Un incendio, scoppiato nella casa di due sorelle, ha rischiato di trasformare una delle  donne in una torcia umana. Decisivo il soccorso dei carabinieri che sono entrati nell’abitazione, a Solarino. Nonostante la presenza delle fiamme e del fumo, i militari hanno prelevato la vittima,  84 anni, rimasta priva di sensi sul divano.

Non si conoscono, per il momento, le cause che hanno scatenato il rogo, di fatto, la casa, nel volgere di qualche minuto, è diventata una fornace. L’altra sorella, 79 anni,  è riuscita a mettersi in salvo, non sarebbe riuscita a trascinare la parente, probabilmente rimasta intossicata dal fumo.  Una chiamata alla sala operativa dei carabinieri ha fatto scattare l’allarme ed i militari, nel volgere di qualche minuto, sono arrivati nell’abitazione, ormai avvolta dalle fiamme.

“I militari dell’Arma, dopo essere giunti sul posto ed aver trovato l’appartamento completamente invaso dal fumo e dalle fiamme, sono riusciti ad entrare forzando il portoncino d’ingresso ed incuranti del pericolo sono riusciti a trarre in salvo la donna, che giaceva priva di sensi su un divano” spiegano dal comando provinciale dei carabinieri di Siracusa.

Oltre ai carabinieri, nella casa delle anziane sono giunti pure i vigili del fuoco che hanno provveduto a spegnere l’incendio e poco dopo sono iniziati i sopralluoghi per comprendere le cause del rogo. E’ presumibile che le fiamme si siano scatenate in modo accidentale ma le indagini scioglieranno tutti i dubbi. Alcuni campioni, sono stati prelevati dalle forze dell’ordine per poterli esaminare con calma in laboratorio, frattanto sono in corso degli accertamenti per testare la sicurezza dell’abitazione, devastata dalle fiamme. I vigili del fuoco di Siracusa stanno compiendo delle valutazioni sull’abilità dell’appartamento ma il pensiero dei parenti e degli amici è rivolto alle due vittime.

Le due donne sono state accompagnate al pronto soccorso dell’ospedale ma le loro condizioni non sembrano destare forti preoccupazioni da parte dei medici dell’Umberto I.