Un sequestro conservativo per un milione di euro è stato eseguito dalla Guardia di finanza di Siracusa nei confronti di Paolo Cugno, 26 anni, arrestato per l’omicidio della giovane Laura Petrolito di Canicattini Bagni (Siracusa), uccisa e gettata in un pozzo.

Il procuratore Francesco Paolo Giordano e il pm Marco Dragonetti hanno richiesto al Gip di Siracusa, Andrea Migneco,
l’emissione dell’ordinanza di sequestro, eseguito su tutti i beni (mobili, immobili, conti correnti e ogni altra utilità) di proprietà di Cugno. I beni di Cugno sono a garanzia del risarcimento ai due orfani.