Il maltempo continua a fare danni spezzando in due le reti stradali di collegamento dei Comuni della zona montana del Siracusano. Uno dei centri maggiormente penalizzato è Palazzolo ed in mattinata il sindaco, Salvatore Gallo, ha compiuto un sopralluogo insieme ai vigili del fuoco.

“Per quanto concerne la Provinciale 90 si tratta – dice il sindaco Gallo –  di  un disastro annunciato, per la Provinciale 23 un disastro consolidato da 7 anni. Nel 2012 cominciai una battaglia, adesso basta , non possiamo attendere ancora. Confido nel grande senso di responsabilità e nella serietà del presidente della Regione Nello Musumeci”.

Naturalmente, le preoccupazioni maggiori sono per i tanti automobilisti che transitano in queste strade. Del resto, circa un mese fa, a causa del maltempo che imperversò nel Siracusano, perse la vita un agente di polizia penitenziaria travolto da un’ondata di fango. Un decesso che ha consolidato la tesi della precarietà delle strade e dei problemi idrogeologici di un’intera provincia.

“Palazzolo Acreide non può attendere che ci scappi il morto – dice il sindaco Gallo –  per poi fare cortei funebri con i rappresentanti dello Stato che si battono il petto.  Lo Stato adesso e subito a Palazzolo Acreide prima che sia troppo tardi.  Centinaia di aziende agricole e attività produttive rischiano l’isolamento”.