Ha deciso di postare sulla sua pagina Facebook una foto ritraente l’auto di pattuglia della Polizia municipale di Siracusa ferma in doppia fila in corso Umberto. L’autore è un collega di lavoro di quei vigili che, non contento del solo scatto ha deciso pure di commentare quell’immagine.

“Faccio il vigile sono un ispettore capo e poi multiamo gli altri? Facciamo mea culpa” scrive l’autore che ha arricchito il suo post con faccine sorridenti, probabilmente per stemperare i toni ma di certo la foto qualche mugugno potrebbe averlo creato al comando della Polizia municipale per non parlare dell’indignazione, in particolare sui social, degli automobilisti, specie quelli che una multa per la sosta in doppia fila l’hanno presa e soprattutto pagata.

Ma non si può escludere che gli agenti di pattuglia abbiano lasciato l’auto per una emergenza, magari per soccorrere qualcuno in difficoltà o per inseguire a piedi un ladro o un rapinatore. Però, lo scatto della macchina della Polizia municipale in doppia fila non regala una buona immagine al corpo, soprattutto se a postarla è uno stesso  vigile urbano.

Lo stesso comando della Polizia municipale, a proposito dell’infrazione delle auto in doppia fila, ha adottato da qualche mese il cosiddetto Street Control: si tratta di una auto che monta il sistema video con cui si catturano le immagini dei mezzi che commettono infrazioni per le strade della città.  A dicembre, a Siracusa, le multe elevate non hanno superato le 230.Entrando nel dettaglio, dopo la partenza sprint di Ottobre, con 923 multe elevate, a novembre sono state 554 e a dicembre 229.