“Conosciamo diversi pregiudicati, a Siracusa, che usufruiscono del reddito di cittadinanza”. Lo svelano due penalisti siracusani che ogni giorno solcano il palazzo di giustizia di Siracusa.

“Per quelli che vivono nell’illegalità, si tratta di una opportunità a rischio zero. Speghiamo meglio: chi vive di furti in appartamento, di rapine o di spaccio – dicono i legali –  droga incassare il reddito di cittadinanza rappresenta una occasione ghiottissima. Questo non vuol dire che si tratta di una misura sbagliata, ci mancherebbe, diciamo che attira tante persone, tra cui quelle abituate a delinquere”

“Compiere un colpo, mettiamo – dicono i legali –   in banca o in una tabaccheria, comporta la possibilità di essere arrestati, o in flagranza di reato o nei mesi successivi, visto che la tecnologia consente ormai alle forze dell’ordine di identificare i responsabili a distanza di tempo dal fatto. Le telecamere di video sorveglianza sono un’arma importante per gli inquirenti. Per cui, presentare una domanda per la richiesta del reddito di cittadinanza è come bere un bicchiere d’acqua per loro, del resto risultano pure disoccupati”.

D’altra parte, sono tanti ormai i casi in Sicilia di presunti spacciatori arrestati percettori del reddito di cittadinanza. E’ accaduto anche a Siracusa, addirittura un uomo bloccato dalla Guardia di finanza girava a bordo di una Porsche.