Percepiva il reddito di cittadinanza ma spacciava droga e girava in Porche.

Lo hanno scoperto i militari della Guardia di finanza di Siracusa che hanno arrestato N.P, 41 anni, residente a Floridia, nel Siracusano, accusato di traffico di sostanze stupefacente.

Nella sua disponibilità, gli inquirenti hanno rinvenuto 327 dosi di cocaina per un totale di 120 grammi, occultate nella sua abitazione, all’interno di doppi fondi ricavati in lattine di bevande e in un piccolo estintore, nonché più di 1000 euro in contanti nascosti in parte nella cappa della cucina.

Si è scoperto, nel corso degli accertamenti sul conto del quarantunenne, che incassava i soldi del reddito di cittadinanza, in quanto risulta disoccupato, e dai conti della Guardia di finanza di Siracusa, fino ad oggi, si sarebbe messo in tasca una somma di circa 3 mila euro. I militari hanno avviato le procedure per interrompere l’erogazione del sussidio.

Le indagini sono scattate poco dopo che il presunto spacciatore è stato fermato a bordo di una Porche Macan in un posto di controllo delle Fiamme gialle. “Il rinvenimento di una cospicua somma di denaro contante, privo di giustificazione, nonché il sospetto che il soggetto fosse abitualmente dedito alla commissione di traffici illeciti ha consentito di far scattare la perquisizione domiciliare nell’abitazione del quarantunenne floridiano” spiega il comandante della Guardia di finanza di Siracusa, Luca De Simone, che ha coordinato le indagini. E’ stato poi il cane dei baschi verdi, Aquila, a scovare la droga che l’uomo aveva occultato. E’ stato trasferito in cella,  nel carcere di Cavadonna.

“L’operazione di servizio evidenzia il “carattere trasversale” dell’azione – spiega il comandante De Simone –  sviluppata nelle attività di servizio dalla Guardia di Finanza che, partendo dal monitoraggio delle autovetture di lusso, è pervenuta alla constatazione di ulteriori illeciti che incidono sulla spesa pubblica e minano legalità e sicurezza all’interno della città”.