Nell’ambito dell’operazione Bugs Bunny, portata a termine dai carabinieri di Siracusa, su un traffico di droga a Rosolini, sono sette le persone raggiunte dalle misure cautelari. Ecco i nomi

Salvatore Cannata, 50 anni, la sorella Loredana, 42 anni; il cognato Pietro Conte, 51 anni; il nipote Giuseppe Conte, 31 anni; e Giovanni Di Mare, 21 anni.

I provvedimenti di arresto, firmati dal gip del tribunale di Siracusa, hanno riguardato anche D.G.  28 anni, e I.T. 41, anni, compagne di Giuseppe e Pietro Conte, fermati in flagranza di reato, ma, cosi come disposto dall’autorità giudiziaria, le donne sono state rimesse in libertà.

Salvatore Cannata, Giuseppe Conte e Giovanni Di Mare sono stati trasferiti in carcere, nel penitenziario di Cavadonna, a Siracusa, mentre Pietro Conte e Loredana Cannata  sono ai domiciliari.

Secondo quanto svelato dai carabinieri l’attività di indagine ha avuto inizio nel mese di luglio 2018 a seguito di diversi sequestri di droga, deferimenti in stato di libertà e segnalazioni di tossicodipendenti.