Si terrà il 6 giugno dalle ore 18.30, dallo scenario dello Stretto di Messina, il party in streaming “Live from Messina for Aism” . In occasione settimana nazionale della sclerosi multipla, l’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) ha scelto la musica per sensibilizzare e raccogliere fondi su una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale, una delle principali cause di disabilità nei giovani: la sclerosi multipla. Sarà una staffetta con tanti deejay che si altereranno alla consolle per farci divertire, cantare e ballare come solo la musica sa fare: unire tutti i popoli e abbattere tutte le barriere.

Tutti sono chiamati alla call mondiale con l’hashtag #insiemepiùforti, in particolare in questo momento di emergenza, per sfidare tutte quelle barriere che portano le persone con SM a sentirsi sole.  L’invito è “connettersi” tramite i canali social di Aism Facebook e YouTube, interagire usando gli  hashtag #MSconnections #insiemepiùforti e collegarsi alla stanza virtuale di zoom per lasciare un messaggio durante la diretta. Saranno collegate anche le pagine facebook delle sezioni provinciali d’Italia.

Sarà anche una serata di raccolta fondi dove tutti verranno invitati a donare per Aism perché insieme siamo più forti. I fondi raccolti andranno a sostenere i servizi sul territorio. Permetteranno ad Aism di garantire le cure indispensabili e a dare un aiuto concreto. Stiamo vivendo un’emergenza senza precedenti, che ha cambiato improvvisamente le priorità di tutti noi. Le persone con sclerosi multipla sono colpite due volte dalla crisi sanitaria e sociale scatenata dal coronavirus: a causa della fragilità del sistema immunitario, devono adottare ancora più cautela e devono essere garantite le risposte di cura, di assistenza e di supporto.

La Settimana nazionale costituisce l’annuale appuntamento di Aism – Associazione italiana sclerosi multipla – con l’aggiornamento sui temi relativi alla malattia, in particolare la ricerca, e più in generale con l’informazione sulla sclerosi multipla (SM). Una settimana ricca di appuntamenti per parlare e far conoscere la malattia. Oggi più che mai l’informazione a 360° sulla SM diventa fondamentale per superare l’emergenza covid19, che ognuno di noi sta vivendo, e che colpisce ancora più forte chi vive in condizioni di fragilità, come le persone con sclerosi multipla, che in questo periodo hanno dovuto affrontare ulteriori difficoltà. Per questo dobbiamo parlare ancora di più di SM, di risposte alle persone e alle rete di assistenza.

La sclerosi multipla, grave malattia del sistema nervoso centrale, è una delle principali cause di disabilità nei giovani. Cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante, colpisce una persona ogni 3 ore, viene per lo più diagnosticata tra i 20 e i 40 anni in maggioranza nelle donne con un rapporto di 2 a 1 rispetto agli uomini. Le persone con SM sono 2,5 milioni nel mondo, 700 mila in Europa e 126 mila solo in Italia. Oltre dieci mila in Sicilia.

“Noi ci siamo, sempre – ha detto Angelo La Via, consigliere nazionale Aism -. In questa fase di emergenza non abbiamo mai lasciato sole le persone con sclerosi multipla. Dalla Sicilia, una Regione che è stata in grado di dotarsi di strumenti come il Pdta (Percorso diagnostico terapeutico assistenziale) o l’Osservatorio, lanciamo un evento pensato dai giovani, dedicato ai giovani, ma al quale siamo chiamati a partecipare tutti, per dare il nostro contributo concreto. Una piccola donazione di tutti oggi, ci permetterà di aiutare tanti domani”.