Uno sloveno alla corte di Fabio Reale all’Albatro. Jan Gorela – terzino destro di 29 anni, alto 190 centimetri per 92 chilogrammi – fa parte della rosa della squadra siracusana per la prossima stagione nel massimo campionato nazionale maschile di pallamano.

Gorela, che ha giocato nell’ultima stagione nella massima serie israeliana, è un mancino dal tiro potente. Arriva a rinforzare una squadra che sta cambiando volto e fisionomia. Prestanza fisica in difesa, rapidità d’azione e precisione nelle conclusioni, ne fanno un giocatore completo.

Gorela, volto nuovo dell’Albatro

Jan Gorela ha iniziato nelle giovanili del Cimos Koper, club storico della pallamano slovena ed europea, con il quale ha giocato anche la Champions League. A 23 anni il trasferimento nella seconda lega francese, quindi l’approdo al Nis, in Serbia, allenato da Veselin Vujovic, tecnico capace di mietere successi con gli spagnoli del Barcellona ed i macedoni del Vardar. Il ritorno in Slovenia, prima con il Krka Novo Mesto e dopo con l’Izola, quindi l’ultima stagione in Israele.

“Sono felice di venire a giocare in Italia – commenta il nuovo straniero della Teamnetwork Albatro – Penso che il livello del campionato italiano si è molto alzato negli ultimi anni e sono contento di poterne fare parte. So che lo scorso anno l’Albatro non ha avuto una stagione fortunata – continua – e questo non gli ha consentito di stare lì dove merita di essere per la propria storia. Adesso ci sono molti cambiamenti nella squadra e nello staff e ce la metteremo tutta per fare meglio dello scorso anno. Penso che si stia costruendo una buona squadra che ha fame di rivalsa e per questo guarderemo ad obiettivi più alti”.

Prende forma la rosa per la stagione 2022-23

Lorenzo Martelli, portiere Albatro

Un Albatro che prende ormai forma e si prepara al prossimo campionato di serie A. Dopo aver rinnovato il parco portieri con l’arrivo di Lorenzo Martelli e Matija Glicic, adesso la presenza di un giocatore di movimento.

“Lo abbiamo visto all’opera e abbiamo avuto delle ottime referenze – commenta il tecnico Fabio Reale – Non era semplice trovare un mancino comunitario di questo livello. Gorela è un giocatore moderno che fa della velocità la sua arma migliore. Un giocatore che sono certo si integrerà benissimo al modello di gioco che vogliamo applicare”.