Il Volontariato della delegazione CeSVoP di Campobello di Mazara propone nell’ambito de “Il Viaggio delle Pietre”, una nuova iniziativa per i Beni comuni “ NOI ADOTTIAMO SELINUNTE”. Appuntamento domenica 3 luglio 2016 ore 8.

Si tratta di una mattinata al parco archeologico di Selinunte e Cave di Cusa (ore 8,00-12,00) per i beni comuni. Il gruppo di volontari si ritroverà domenica mattina alle ore 8, per visitare il parco archeologico e pulire una piccola parte, l’Isolato FF1. Accompagnati, guidati in una esperienza unica dall’archeologa Martine Fourmont che da oltre 30 anni conduce scavi e studi nell’area.

La seconda edizione de “Il Viaggio delle Pietre”, promossa e organizzata da 15 associazioni di volontariato della delegazione CeSVoP di Campobello di Mazara, è stata un successo. La direzione del Parco archeologico di Selinunte ha accolto con piacere la proposta di portare i volontari a pulire una piccola area archeologica all’interno dell’Acropoli di Selinunte (isolato FF1). Martine Fourmont ha iniziato gli scavi con il CNRS di Parigi diversi anni fa ed ancora oggi continua a seguire gli studi di Selinunte, e ne cura promozione e valorizzazione giorno dopo giorno.

Per i volontari l’esperienza di giorno 3 luglio sarà eccezionale, più che pulire un sito archeologico, verranno guidati e accompagnati nell’intera mattinata nella storia greca e medievale di Selinunte proprio a partire dai reperti archeologici, ogni pietra avrà un significato, ogni vano ripulito metterà in luce i resti medievali, punici o greci ancora leggibili.
L’iniziativa si svolge grazie alla collaborazione di: Circolo Legambiente Crimiso di Castelvetrano, UNPLI di Trapani, Pro Loco Costa di Cusa, Rete Museale e Naturale Belicina, PAM – Prima Archeologia del Mediterraneo, Accademia Selinuntina, Associazione Rotta dei Fenici, Club per l’Unesco di Castelvetrano-Selinunte e col patrocinio gratuito dei Comuni di Campobello di Mazara (TP) e Castelvetrano (TP), di Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Trapani e del Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa.

La pulizia dell’isolato durerà circa due ore, i lavori saranno guidati e coordinati da Martine Fourmont con i soci del Circolo Legambiente Crimiso, che seguiranno i diversi gruppi nelle operazioni di pulitura, all’interno dell’isolato e all’esterno. Dopo la pulizia si continuerà con una visita nel parco in prossimità della Porta Nord.

Per la buona riuscita dell’iniziativa si chiede di portare il seguente abbigliamento: scarpe da trekking, o comunque chiuse, pantaloni lunghi, cappellino e acqua da bere. Inoltre, occorre portare eventuale attrezzatura necessaria a pulire (forbice da potatura, cesoia con manici lunghi, cazzuola, coltello da cucina, scope. Palette, guanti, martellina, rastrello).

A conclusione dell’itinerario (intorno alle ore 12,30), per chi vuole potrà restare a godere delle bellezze archeologiche per l’intera giornata (l’ingresso gratuito sarà valido anche per le Cave di Cusa).
Lo spirito della manifestazione è quello tipico del volontariato: valorizzare i beni comuni e sperimentare nuova socialità attraverso la solidarietà. Per questo la partecipazione a questa seconda fase del Viaggio delle Pietre 2016 è del tutto gratuita e aperta a tutti.

L’iniziativa NOI ADOTTIAMO SELINUNTE per i volontari sarà una ulteriore occasione per aiutare nel concreto il processo di valorizzazione del Parco archelogico selinuntino. L’iniziativa sarà ripetuta periodicamente e aperta ad altre associazioni e scuole che insieme al volontariato vogliono conoscere e valorizzare questo bene comune.
Dunque, aspettiamo tutti domenica 3 luglio 2016 alle ore 8 con attrezzatura per fare la pulizia e, in ogni caso, l’ingresso al Parco la prima domenica del mese su iniziativa del Ministero dei Beni culturali è gratuita.
Per contatti: Circolo Legambiente Crimiso – Segreteria organizzativa Mimmo Di Bella tf. 3493792187.