E’ stata rinviata al 17 aprile, per un vizio di notifica, l’udienza preliminare a carico, tra gli altri, dell’ex governatore siciliano Rosario Crocetta , coinvolti in un’inchiesta su episodi di corruzione negli appalti del trasporto marittimo che vedeva al centro l’armatore trapanese Ettore Morace.

Imputati anche dirigenti e funzionari dell’assessorato regionale Infrastrutture e la deputata regionale Marianna Caronia.

Crocetta avrebbe avuto 10 mila euro per il suo movimento politico Riparte Sicilia in cambio delle pressioni esercitate sue due dirigenti regionali, uno dei quali si è poi rivolto ai pm, per aumentare le corse per le isole minori fatte dalla Liberty Lines, la compagnia di Morace.