Un detenuto siciliano con apparenti problemi psichiatrici a Trapani si è barricato per protesta, per motivi sconosciuti, in una stanza dell’ospedale e ha poi aggredito alcuni agenti della Polizia Penitenziaria provocando ad uno di essi una frattura in una mano.

A rendere nota l’aggressione, avvenuta il 18 maggio scorso, è il segretario generale aggiunto dell’Osapp Domenico Nicotra. “È evidente che molti degli eventi critici – afferma il sindacalista –  potrebbero essere facilmente evitabili con l’assunzione di nuovo personale e superando contestualmente la tanto criticata Legge Madia”.

Il personale presente è stato costretto a chiamare i rinforzi dal vicino Istituto che una volta giunti sul posto hanno cercato di persuadere il detenuto da quella forma di protesta ma si è scagliato contro i poliziotti penitenziari presenti procurando ad uno di loro la frattura della mano.