Aveva continuato la sua attività di spaccio di droga dalla propria casa nonostante si trovasse agli arresti domiciliari e nonostante il figlio neonato. Con questa accusa i Carabinieri di Erice insieme ai militari della stazione di Villagrazia di Palermo hanno arrestato Gaetano Casamento 27 anni.

I militari tenevano sotto controllo l’abitazione dalla quale avevano notato un continuo andirivieni di tossicodipendenti. Entrati per un controllo Casamento consegnava spontaneamente 2 grammi di stupefacenti con la probabile intenzione di difendersi poi sostenendo l’uso personale. A smentirlo ci pensava il cane antidroga Ron che puntava immediatamente il fasciatoio del figlio neonato di Casamento. Lì, nascosto in un vano interno, i militari trovavano delle inflorescenze di marijuana per il peso di 202 grammi circa unitamente a bilancini di precisione e materiale per il confezionamento.

L’uomo si trova adesso in carcere mentre la denuncia è scattata anche per la moglie