La sezione per il riesame dei provvedimenti cautelari del Tribunale di Palermo ha disposto il dissequestro del Bar “Efri” di Trapani, sequestrato, in via preventiva, lo scorso marzo nell’ambito dell’operazione antimafia “Scrigno“.

L’esercizio commerciale è di proprietà di Vincenza Mazzara, 58 anni, non indagata, coniuge di Franco Orlando, arrestato con l’accusa di associazione mafiosa nel contesto dell’operazione coordinata dalla Dda di Palermo e condotta dai carabinieri di Trapani.

I giudici del riesame hanno accolto l’istanza del difensore, Vito Galluffo, secondo cui “il bar non ha costituito strumento per commettere reato di associazione mafiosa”.