La polizia di Mazara del Vallo ha arrestato il 20 giugno un ventiduenne mazarese incensurato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di marijuana. In particolare l’attività di indagine condotta dagli investigatori tramite appostamenti e pedinamenti a distanza ravvicinata, ha fatto emergere più di un sospetto nei confronti del mazarese residente in una palazzina di via Cappuccini. La polizia ha notato un via vai sospetto di ragazzi dalla casa del 22enne e ha fatto irruzione.

I poliziotti hanno trovato 50 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi pronte per la vendita, un bilancino, la carta utilizzata per confezionare le dosi vendute e 215 euro. Sono state scoperte, inoltre, 2 piantine di marijuana alte circa 25 cm circa, 1 piantina della stessa specie con l’arbusto tagliato e tutto il necessario per la coltivazione. La perquisizione è stata estesa a un magazzino rurale dell’arrestato. Al suo interno è stata trovata una dose di hascisc. Il ragazzo si trova adesso in regime di arresti domiciliari.