C’è tanta rabbia a Partinico fra conoscenti e amici di Fabio Provenzano e soprattutto della ex moglie nonché madre dei due bambini che viaggiavano col padre all’indomani del tragico incidente avvenuto lungo la Palermo Mazara del vallo all’altezza di Alcamo.

Sembra ormai accertato che al momento  dell’incidente il conducente, proprio Fabio Provenzano, stesse girando un video in diretta Facebook. Gli accertamenti della Polizia stradale non sono conclusi ma il video è reperibile sul social network e termine con la sterzata e il buio proprio all’ora dell’incidente, intorno alla mezzanotte di venerdì.

L’auto ha colpito il guarda rail poi si è ribaltata. Per Francesco Provenzano, il figlio maggiore di soli 13 anni, non c’è stato nulla da fare. Danni irreversibili invece per il fratellino di nove anni ricoverato nel reparto di neurorianimazione del Villa Sofia. Il padre, conducente del mezzo, invece, è in coma farmacologico per via di un trauma cranico con emorragia cerebrale, contusioni polmonari, trauma toracico e trauma alla colonna con fratture.

Non è in imminente pericolo di vita ma comunque molto grave. E’ piantonato dai Carabinieri anche per l’immediata denuncia presentata dai parenti dell’ex moglie che lo ritengono responsabile di quanto accaduto ai nipotini

La Procura di Trapani ha aperto un’inchiesta e disposto test tossicologici e alcolemici su Fabio Provenzano. L’auto è stata sequestrata e nelle prossime ore è attesa anche la relazione tecnica dell’infortunistica della polizia stradale.