Ci sono ben 28 persone positive al Coronavirus sulla Moby Zazà, la nave che è stata scelta dal governo per la quarantena dei migranti che arrivano sulle coste italiane durante l’emergenza Coronavirus.

La notizia dei 28  migranti positivi al Covid-19 è stata data questa mattina dal presidente della Regione Nello Musumeci. “Sono sulla nave in rada a Porto Empedocle – ha riferito il Governatore siciliano -, soluzione che con caparbietà abbiamo preteso il 12 aprile scorso dal governo centrale per evitare che si sviluppassero focolai sul territorio dell’Isola, senza poterli circoscrivere e controllare. Oggi si capisce meglio quella nostra richiesta”.

Musumeci, dopo aver comunicato dei 28 positivi sulla Moby Zazà, torna sulle polemiche dei giorni scorsi. “Chi ha vaneggiato accusandoci quasi di razzismo, oggi si renderà conto che avevamo ragione” e annuncia l’attivazione di provvedimenti straordinari per affrontare l’emergenza. “Nelle prossime ore andranno adottati provvedimenti sanitari importanti al principio della precauzione. Voglio sperare che a nessuno venga in mente di non coinvolgere la Regione nelle scelte che dovranno essere assunte”.

“Sarebbe da irresponsabili far mettere piede in Sicilia ai migranti, anche solo per un giorno, fintanto che duri l’emergenza Coronavirus nel mondo. Lo ripeto da oltre due mesi: il governo centrale prenda in locazione alcune navi adeguate ed attrezzate e le tenga a disposizione in rada. È lì, a bordo, che i servizi sanitari della mia Regione, in collaborazione con la Croce rossa, effettueranno i controlli necessari ed adotteranno le misure del caso. Siamo tutti impegnati, e deve esserlo anche lo Stato – conclude Musumeci –  a continuare ad accertare le condizioni di salute di queste sventurate persone, ma anche a garantire serenità e sicurezza alla comunità siciliana ed ai turisti che si apprestano ad arrivare sulla nostra Isola”.

Nei giorni scorsi aspre polemiche sono sorte per la gestione degli sbarchi e sull’ipotesi, poi diventata realtà, di far trascorrere un periodo di quarantena ai migranti che giungono sull’Isola. Benzina sul fuoco l’ha messa il leader della Lega Matteo Salvini: “Sicilia campo profughi d’Europa, complimenti Conte”, ha scritto il capo del Carroccio su Facebook alla notizia del trasbordo sulla Moby Zazà di 211 persone salvate sulle coste libiche dalla Sea Watch 3. Dopo aver effettuato i salvataggi, il team della Ong tedesca aveva chiesto un porto sicuro, decidendo infine di sbarcare a Porto Empedocle, dove è stata collocata anche la Moby Zazà. In seguito al salvataggio, anche Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all’Osce, ha rincarato la dose chiedendo alle Procure siciliane l’apertura di un fascicolo d’inchiesta per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina a carico del capitano della nave.

Proprio sulla Moby Zazà il sottosegretario alle Infrastrutture siciliano Giancarlo Cancelleri si è reso protagonista di una clamorosa gaffe scambiando la nave che accoglie i migranti in quarantena per una nave che trasporta turisti. “Ho visto che c’è una nave ormeggiata, questo significa che arrivano turisti e che ci sono prospettive“. Ma la stampa gli ha fatto notare che la nave di cui parla non è altro che l’imbarcazione che lo stesso ministero delle Infrastrutture ha affittato per la quarantena dei migranti in arrivo in Sicilia.