Cade da tetto casa mentre ripara antenna Tv, grave un uomo ricoverato in ospedale dopo l’incidente avvenuto a Raffadali, in provincia di Agrigento. L’uomo è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale di Caltanissetta.

Riparava l’antenna della TV

Un romeno di 63enne è caduto dal tetto della propria abitazione, a Raffadali, nell’Agrigentino, mentre stava cercando di riparare l’antenna televisiva. E’ precipitato da un’altezza di circa 5 metri e l’impatto è stato violento.

In elicottero a Caltanissetta

L’uomo, che ha riportato un importante trauma cranico, è stato soccorso da personale del 118 e trasferito, in elicottero, nell’ospedale di Caltanissetta. Nel nosocomio è ricoverato in codice rosso e sottoposto a Tac.

Sull’accaduto indagano i Carabinieri

Sul posto per indagini e rilievi sono intervenuti i carabinieri della stazione di Raffadali.

Operaio caduto da un capannone morto

Tragedia a luglio in un cantiere dove un uomo ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone. Ancora una tragedia sul lavoro. La vittima è Antonio Tamburo, 51 anni. L’uomo è morto oggi a Cefalù, all’interno del cantiere che si sta occupando del progetto per il raddoppio ferroviario Ogliastrillo-Castelbuono. A darne notizia sono i sindacati dopo che ieri si è registrata un’altra vittima del lavoro.

L’uomo caduto da un capannone

Antonino Tamburo, l’operaio di 51 anni morto a Cefalù nel cantiere del raddoppio ferroviario, sarebbe caduto da un’altezza di quattro metri mentre era nel cestello del sollevatore per sostituire un pannello del tetto di un capannone. I particolari emergono dopo che i rappresentanti dei sindacati di categoria – che per domani hanno proclamato uno sciopero di 24 ore – si sono recati sul luogo dell’incidente “L’operaio non aveva l’imbracatura – ha ripetuto Piero Ceraulo, segretario provinciale della Fillea Cgil – é caduto da quattro metri sbattendo il mento. E’ morto sul colpo”.