Far West alla periferia di Licata nell’Agrigentino. Due attentatori in auto hanno sparato quattro colpi di arma da fuoco all’indirizzo di una vettura sulla quale viaggiava un commerciante licatese con un amico. Due i colpi che hanno raggiunto la vettura mentre altri due sono finiti contro il muro di cinta di una abitazione a fianco della quale le vetture stavano transitando

Miracolosamente illeso il commerciante come anche l’amico che viaggiava con lui. Chi ha agito, scrive questa mattina il Giornale di Sicilia in edicola, lo avrebbe fatto mirando verso il basso. Un dettaglio questo che non lascerebbe spazio a dubbi: non volevano uccidere, ma volevano platealmente terrorizzare. Messo in atto quello che, appunto, sembrerebbe essere un avvertimento in piena regola, i due delinquenti si sono poi, immediatamente, dileguati. Scattato l’allarme, sul posto sono giunti polizia e carabinieri.

Del fascicolo d’inchiesta aperto in Procura, ad Agrigento, si stanno adesso occupando i poliziotti della Squadra Mobile e quelli del commissariato di Licata. L’ipotesi è proprio quella di una intimidazione, un avvertimento all’imprenditore o alla persona che viaggiava con lui