L’assessore regionale dei Beni culturali Sebastiano Tusa, in occasione di un incontro istituzionale a Burgio, ha visitato il Museo della ceramica – MUCEB e alcune delle numerose chiese della cittadina agrigentina.

Accompagnato dal sindaco Francesco Matinella, dal presidente del consiglio comunale Vito Ferrantelli e dal dirigente della Soprintendenza di Agrigento Bernardo Agrò, dopo una visita alla fonderia Virgadamo, ultimo esempio di laboratorio artigianale per la costruzione delle campane, eccellenza di Burgio conosciuta in tutto il mondo, l’assessore Tusa ha partecipato al convegno “Coniugare cultura e sviluppo”.

Un incontro sulla tutela e valorizzazione del patrimonio architettonico del territorio dove si sono confrontate personalità della cultura e delle istituzioni per fare il punto sulla rete di iniziative che, grazie alle sinergie tra realtà pubbliche e private, negli ultimi anni ha creato un vivace momento culturale, incrementando le presenze sul territorio.

“Una comunità – dichiara l’assessore Tusa – con una vocazione per la valorizzazione dei beni artistici esemplare. Ho trovato a Burgio delle eccellenze che meritano attenzione e sostegno: il museo della ceramica, esempio di musealizzazione e di identità del territorio con una bella sinergia con Palazzo Abatellis di Palermo, le tante chiese, la tradizione della costruzione delle campane, rappresentano il modello di rete territoriale e dell’offerta culturale di questo territorio. Aiutare i piccoli centri dell’entroterra spesso dimenticati – conclude Tusa – è dovere del governo Musumeci che mette ai primi posti della sua azione il rilancio delle piccole realtà, anche con il supporto alle attività culturali”.