Tenevano segregato in catene un giovane disabile psichico. Due persone, i tutori del disabile, sono state arrestate dai carabinieri della stazione di Naro (Ag).

L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio e dal sostituto Gloria Andreoli.

In manette è finita una coppia di coniugi che aveva la tutela legale del disabile ma non riusciva a controllarlo. Sono in corso altri accertamenti per comprendere i contorni della turpe vicenda.

“Ho appena appreso la notizia dell’arresto di due coniugi di Naro (Ag) accusati di avere tenuto incatenato un giovane disabile. Una vergogna che ferisce la nostra comunità e sono certa di parlare a nome di tutti i miei concittadini. Sono comportamenti inqualificabili, esecrabili e meschini” ha detto il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara. “Il mio plauso alla stazione dei carabinieri di Naro – ha aggiunto il sindaco – Grazie alla Procura di Agrigento guidata abilmente del procuratore Luigi Patronaggio, cittadino onorario di Naro”.