I tre indagati dell’operazione “Bed and Babies”, che ha sgominato un giro di prostituzione che sarebbe stato allestito in alcuni appartamenti di via Saponara, nel centro storico di Agrigento, si sono avvalsi – davanti al Gip Alessandra Vella – della facoltà di non rispondere.

A metà della scorsa settimana erano finiti ai domiciliari Emanuele Pace, 66 anni, la moglie Pierina Miccichè, 52 anni, e il loro figlio Vasilij Pace, 30 anni.

I tre indagati sono difesi dagli avvocati Giuseppe Lo Dico ed Emilio Dejoma che, al termine dell’interrogatorio, durato pochi minuti, hanno chiesto al giudice la revoca della misura cautelare.