In occasione della Settimana Santa numerosi esperti Unesco e i membri della Fondazione Federico II si incontrano a Caltanissetta martedì 16 aprile nell’ambito di un progetto di valorizzazione finalizzato al riconoscimento delle performing art della settimana santa come patrimonio immateriale dell’umanità.

I promotori di questa iniziativa terranno una conferenza internazionale nella città nissena. Si tratta di una tappa importante nel progetto di Europassione denominato “Prospettiva Unesco”, un importante percorso di salvaguardia e valorizzazione delle espressioni teatrali e rituali legate alla Settimana Santa.

Caltanissetta è tra le 40 città italiane che fanno parte di Europassione per l’Italia, nata nel 2004 e che dal 2013 è impegnata in questo percorso come città capofila, il Protocollo che lega i sindaci delle città coinvolte in un accordo di valorizzazione con Europassione. La Fondazione Federico II è uno dei soggetti fondatori della “Rete Europea delle Celebrazioni della Settimana Santa e della Pasqua”, che ha avviato il processo per richiedere al Consiglio d’Europa la menzione di itinerario culturale europeo per l’insieme delle celebrazioni e i patroni della Settimana Santa. La Rete auspica e sostiene il riconoscimento Unesco al quale Europassione lavora da diversi anni.

Per l’occasione la mostra “La Procesión” – attualmente in corso a Palazzo Moncada, sede della conferenza – diventa una porta sulla città. Martedì 16 e mercoledì 17 aprile, infatti, sarà visitabile gratuitamente. L’esposizione rappresenta un percorso culturale che racconta la Settimana Santa in Andalusia come a Caltanissetta con un linguaggio comune che lega, secolo dopo secolo, luoghi distanti duemila chilometri.