• Un progetto per la Sp 132 che si snoda a est dell’abitato di Sutera
  • Il progetto diretto dallo Studio Cangemi di Palermo
  • Allo studio il consolidamento dei tratti lesionati

Sarà disponibile a breve il progetto per mettere in sicurezza il tratto della Sp 132 che si snoda a est dell’abitato di Sutera, nel territorio nisseno, per poi innestarsi alla strada provinciale 23, in direzione di Caltanissetta. A redigerlo sarà il pool di professionisti che fa capo allo Studio Cangemi di Palermo, piazzatosi al primo posto della graduatoria finale stilata dagli uffici di piazza Ignazio Florio. Con questo incarico, la Stuttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, si avvia a recuperare un altro pezzo della disastrata viabilità dell’Isola ereditata dal governo di Palazzo Orleans.

Strada pericolosa da anni

Il percorso, lungo poco meno di cinque chilometri e mezzo, è infatti pieno d’insidie a causa di una manutenzione fin qui inesistente e l’usura del manto stradale ha ormai raggiunto livelli di guardia. Per i lavori, che potranno essere avviati non appena sarà acquisito l’elaborato dei progettisti, è stato stanziato un milione e mezzo di euro. Un badget in grado di garantire il consolidamento dei tratti lesionati, il ripristino dell’intero manto stradale e la realizzazione delle opere di tipo idraulico necessarie ad arrestare le disordinate infiltrazioni d’acqua, responsabili degli smottamenti dell’asfalto. Tutto ciò, insomma, che serva a restituire agli automobilisti, dopo tanti anni, una strada finalmente sicura.