Un giovane di 23 anni è stato arrestato ad Adrano, in provincia di Catania, dalla polizia la notte scorsa per maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della ex compagna di anni 28 e dei figli in tenera età di quest’ultima e di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ora è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza di Catania.

Gli agenti sono intervenuti la notte scorsa dopo una richiesta di soccorso da parte della donna. Giunti su posto hanno trovato il giovane che teneva in braccio con una mano una bambina in tenerissima età e con l’altra strattonava violentemente la donna tenendola per i capelli mentre altri due bambini assistevano terrorizzati alla scena. Il 23enne è stato bloccato al culmine di una colluttazione quando la donna si è divincolata e ha preso in braccio la bambina.

Precedente recente a Siracusa

Gli agenti di polizia di Siracusa hanno arrestato un 26enne, di origini serbe, autore di un pestaggio ai danni della sua ex compagna. E’ accaduto a marzo a Siracusa, in una palazzina della zona nord della città, dove vive la donna, 30 anni, che, dopo la separazione con il giovane è entrata in un tunnel di paura.

E’ stata lei a chiedere l’intervento dei soccorsi perché l’ex fidanzato sarebbe tornato alla carica, in effetti l’indagato, che sarebbe ossessionato all’idea di una nuova relazione della trentenne, aveva brutte intenzioni. L’avrebbe picchiata e quando sono arrivati gli agenti delle Volanti, il 26enne avrebbe aggredito gli stessi poliziotti, per questo è stato denunciato per oltraggio, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Quello delle violenze alle donne è un fenomeno in crescita nel Siracusano, come svelato nei mesi scorsi dal Capo di gabinetto della Questura di Siracusa. Nelle settimane scorse, gli stessi agenti delle Volanti di Siracusa hanno allontanato dalla casa di famiglia un uomo di 52 anni, siracusano, autore di violenze ai danni della moglie e dei figli minori. Deve rispondere di violenza e minacce aggravate.

I carabinieri di Francofonte, nel Siracusano, hanno arrestato un 46enne condannato in via definitiva ad un anno e 9 mesi di reclusione per maltrattamenti ai danni della moglie e del figlio. I militari hanno eseguito un ordine di esecuzione emesso dal Tribunale di Sorveglianza presso la Corte di Appello di Catania.