Ha detto di avere cominciato a fare furti e rapine da poco, dopo avere perso il lavoro di autotrasportatore.

L’uomo, un 48enne di Catania, è stato arrestato dalla Polizia di Bologna che lo ritiene autore di un assalto a mano armata compiuto il 6 ottobre alla farmacia ‘Beata Vergine di San Luca’, nel tratto pedonale di via D’Azeglio.

Dopo avere stazionato a lungo davanti al negozio, era entrato a viso scoperto e aveva minacciato con un coltello le farmaciste, facendosi consegnare l’incasso di circa 400 euro. Sebbene non fosse un volto noto alle forze dell’ordine, i fotogrammi molto nitidi della videosorveglianza hanno permesso agli investigatori della squadra Mobile di riconoscerlo per strada, un paio di giorni dopo, con gli stessi abiti e lo zainetto che indossava durante la rapina.

Il 48enne, finora incensurato, avrebbe ammesso il ‘colpo’ in farmacia, spiegando di avere iniziato a delinquere solo da pochi mesi e per disperazione. L’arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto per l’uomo la custodia cautelare in carcere.