La raccolta differenziata, novità, problematiche e soluzioni. Sono i temi che saranno affrontati nel corso della seconda edizione di Sicilia Munnizza Free a Catania. L’appuntamento è per il 14 giugno alle 11 dentro l’Orto botanico del capoluogo etneo.

Risale a un anno fa la prima edizione di Sicilia Munnizza Free, quando l’80% dei rifiuti veniva conferito in discarica ed erano qualche decina i comuni che avevano avviato la raccolta differenziata con percentuali superiori al 50%, mentre del tutto assente era l’impiantistica a servizio della raccolta differenziata. Purtroppo, la situazione non è molto cambiata, poiché i rifiuti portati in discarica sono ancora troppi (oltre il 70%), le grandi città sono ancora il fanalino di coda nella raccolta differenziata, e non sono stati autorizzati nuovi impianti per il trattamento dell’organico.

“Abbiamo dimostrato con le nostre iniziative – affermano gli organizzatori – che i siciliani vogliono fare la differenziata e la sanno fare bene, che ci sono comuni e aziende che hanno messo in campo efficienti servizi di gestione della RD con sistemi innovativi e puntuali, ma soprattutto che anche in Sicilia si possono realizzare impianti per il recupero e riciclo della frazione organica da trasformare in compost di qualità ed in energia”.

Sicilia Munnizza Free è patrocinata dal Dipartimento Regionale dei Rifiuti, Assessorato Regionale Energia e servizi di pubblica utilità e dall’Anci Sicilia.