Un cameriere 46enne di un ristorante tipico di Catania è stato denunciato per estorsione dai carabinieri per aver ‘aiutato’ un cliente a ritrovare l’auto che gli era stata rubata mentre pranzava nel locale, in Via Plebiscito, insieme con la sua fidanzata. E’ accaduto domenica scorsa.

La vittima un messinese di 34 anni, alla fine del pranzo non aveva più trovato la Fiat Panda che aveva parcheggiato in Via Stellata e dopo averla cercata invano nelle vie adiacenti, avrebbe trovato ‘conforto’ in uno dei camerieri, che si sarebbe offerto di aiutarlo a ritrovare la macchina dietro il pagamento di una somma di denaro.

Dopo aver avuto l’assenso della vittima, il cameriere si sarebbe fatto dare il suo numero di telefono della vittima, che avrebbe invitato ad allontanarsi in attesa di notizie. Alle 17.45 la vittima sarebbe stata contattata dall’uomo ed invitata a recarsi pressi del ristorante.

il cameriere avrebbe detto al 34enne “Oggi sei stato graziato. Te le caverai solo con 800 euro. Ne volevano molti di più”. Dopo aver prelevato il denaro in un ATM ed averlo consegnato al cameriere, il 34enne sarebbe stato accompagnato nella vicina via Daniele, dove c’era la sua auto.

Avendo già segnalato al numero unico delle emergenze il furto dell’auto, la vittima ha preferito recarsi nella vicina compagnia Carabinieri di piazza Dante, dove i militari, oltre ad acquisire la denuncia, hanno identificato e denunciato il cameriere.

LEGGI ANCHE

Furto di un’autovettura con ‘cavallo di ritorno’, arrestati tre catanesi (FOTO)