Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 2:44 nel nordest della Sicilia, in provincia di Catania. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a meno di 1 km di profondità ed epicentro 5 km a sudovest di Linguaglossa. Non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose.

Dieci minuti dopo è seguita una replica di magnitudo 3.1, con stesso epicentro ed ipocentro a 2 km di profondità. Alle 2:13 c’era stata un’altra scossa nella stessa zona, di magnitudo 2.4 vicino Piedimonte Etneo.

Torna dunque la paura nel Catanese dove ancora si contano i danni causati dal terremoto di Santo Stefano.