non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose

Registrate tre scosse di terremoto nel Catanese, torna la paura

La più forte, di magnitudo 3.3, è stata registrata alle 2:44. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a meno di 1 km di profondità ed epicentro 5 km a sudovest di Linguaglossa.

non sono state avvertite dalla popolazione

Registrate due scosse di terremoto al largo delle isole Eolie

La prima, di magnitudo 3.5, è stata registrata alle 4:54 dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma ad una profondità di 9 chilometri. Qualche attimo dopo è stata registrata un'altra scossa, di magnitudo 3.8, ad una profondità di 10 chilometri.
x

Thorel "Tutti i marchi del Gruppo PSA crescono"

Bombshell, il trailer
Naufragio a Lampedusa, le prime immagini del relitto
Renzi "Con Salvini confronto utile"
Salvini "Prossimo confronto tv con Conte"

a sud-ovest di paternò

Scossa di terremoto nel Catanese

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.0 è stata registrata alle 13.28 a 8 chilometri a sud-ovest di Paternò dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Roma. L'ipocentro è stato localizzato a una profondità di 22 chilometri.

È il progetto del ricercatore francese Marc-André Gutscher

I movimenti delle faglie nel Canale di Sicilia, fibre ottiche impiegate nello screening dei fondali

L'obiettivo è rilevare piccoli movimenti sismici sulla faglia sottomarina del monte Alfeo, a Est delle coste di Catania, in collaborazione con Infn e Ingv. Sarà possibile utilizzando lo strumento Focus, basato sulla tecnica della riflettometria laser, comunemente usata per controllare la stabilità delle strutture ingegneristiche.

si tratta della 'scarpata di malta'

Studiosi individuano la sorgente di magma dell’Etna

Lo indicano le simulazioni dei percorsi di risalita del magma dal mantello terrestre frutto della collaborazione fra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), le università di Roma Tre e Catania, e il Centro tedesco per le Geoscienze (Gfz) di Potsdam.