Un progetto per dimostrare che l’autismo unisce ragazzi, città, passioni ed esperienze di vita. Farà tappa in Sicilia, la prossima settimana, la barca a vela “Pole Pole”, partita il 19 aprile scorso da Sanremo, nell’ambito del progetto “Un mare di gioia, una scuola di vita”. L’iniziativa, da Messina a Riposto, vedrà la partecipazione di due adulti che frequentano le attività del Centro Autismo di Catania.In base alle condizioni metereologiche e del mare, la tappa Messina-Riposto dovrebbe svolgersi tra venerdì 24 e sabato 25.

L’evento, organizzato dall’Associazione Navigare in amicizia, Pronto soccorso autismo, Philos, Pole Pole, Gnomo Aspirino, in collaborazione con l’Istituto Geografico della Marina, vede imbarcati dei giovani con autismo, seguiti dai loro educatori o terapisti, che si daranno il cambio, nelle diverse staffette, nel viaggio in vela da Sanremo a Trieste.

Per la tappa siciliana, dal porto di Messina a quello di Riposto, il network di onlus che hanno organizzato il progetto hanno coinvolto il Centro Autismo dell’ASP di Catania, diretto da Renato Scifo. Due adulti con autismo, che frequentano le attività abilitative del Centro, col consenso dei loro familiari, hanno accettato di partecipare all’iniziativa e saranno accompagnati dalla terapista Mirella Costa.