Rafforzati i controlli dell’Arma nel popoloso quartiere San Berillo di Catania, dove, allo scopo di porre un argine al sempre più diffuso fenomeno dello spaccio di stupefacenti ad opera di cittadini extracomunitari e non solo, nel fine settimana i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno arrestato nella flagranza il maliano Saibou Bayo, di 28 anni, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Il pusher è stato sorpreso dall’equipaggio della gazzella mentre in via Buda piazzava della droga ad alcuni giovani acquirenti che, alla vista dei militari, sono fuggiti.

Bloccato e perquisito sul posto, è stato trovato in possesso di: 10 compresse di anfetamina, circa 10 grammi di marijuana, 3 compresse di rivotril (farmaco anti epilettico che associato all’alcol produce effetti simili a quelli dell’eroina), 30 euro in contanti, presumibilmente incassati dalla vendita degli stupefacenti.

Arrestato nella flagranza anche il 20enne gambiano Janneh Abubacarr, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Muta la via ma non l’attività illecita, come accertato dai carabinieri di un’altra pattuglia che in via Delle Finanze hanno sorpreso lo spacciatore mentre in cambio di denaro cedeva delle dosi di “erba” ad alcuni giovani acquirenti, tutti fuggiti a gambe levate alla vista dei militari.

Bloccato e perquisito anch’egli sul posto, il giovane è stato trovato in possesso di 10 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi, e 95 euro in contanti, probabilmente incassati dall’ultima cessione. Droghe e banconote sono state sequestrate.