Non basta il maltempo che imperversa da oltre 24 ore sulla Sicilia, iniziato nel trapanese e poi spostatosi nella Sicilia orientale. Un terremoto di magnitudo 3.4 è avvenuto nella zona di Milo, comune nel Catanese, tra Catania e Taormina. Lo rileva l’istituto nazionale di geofisica, che ha localizzato l’ipocentro a una profondità di 5 km.

Scosse sono state registrate lungo tutta la notte anche in mare nel Tirreno meridionale di fronte alla costa messinese. si tratta di quella che può essere considerata una scia sismica composta da almeno tre scosse sopra la soglia 2 della scala Ricther ma accompagnate da diverse altre piccole scosse di lievissima intensità

I terremoti sono stati registrati dalle 21,21 ora del primo evento fino alle 5,43 di questa mattina ma la scia potrebbe non essersi esaurita. L’intensità massima è stata raggiunta con la scossa 2.6 delle 5,26

Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.