Il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, inaugura i lavori per il raddoppio ferroviario Palermo-Catania. A mezzogiorno il governatore Nello Musumeci, gli Ad di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti e di Rfi Maurizio Gentile ospiteranno il ministro nei cantieri del raddoppio ferroviario.

“Nel mio programma di Governo vi era l’impegno per l’avvio dei lavori del raddoppio ferroviario fra Palermo e Catania – afferma il presidente della Regione Nello Musumeci -. E lo abbiamo mantenuto. Avremo il piacere di mostrare al ministro Toninelli come la Sicilia ha invertito la tendenza, intraprendendo un irreversibile percorso di infrastrutturazione ferroviaria che non avrà precedenti nella storia dell’Isola nell’ultimo secolo”.

Non solo raddoffio ferroviario nell’agenda dei burocrati siciliani. “Il raddoppio della Palermo-Catania sarà la prima delle dieci grandi opere ferroviarie che il Governo Musumeci a fine mandato offrirà ai siciliani – aggiunge l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone -. Vigileremo affinché per questo cantiere, e per le prossime opere che vedranno l’avvio in questi anni, non si verifichino gli intoppi e i contenziosi che altrove hanno fatto perdere tempo prezioso. Terremo alta l’attenzione a garanzia della piccole e medie imprese al lavoro nelle varie commesse. L’infrastrutturazione – conclude Falcone – sarà il primo traino della crescita socio-economica dei territorio siciliano”.

Nel pomeriggio Toninelli si recherà a Enna per la cerimonia di riapertura al traffico della carreggiata autostradale in direzione di Palermo, anrà poi sulla Tangenziale di Catania e nei pressi delle gallerie dell’autostrada Catania-Siracusa. Al Palazzo della Cultura di Catania, nel tardo pomeriggio il ministro Danilo Toninelli parteciperà ad un incontro sugli aeroporti per la Sicilia.