I carabinieri di Paternò (ct) hanno arrestato a Biancavilla il 43enne Pietro Pastanella e il 57enne Alfredo Cavallaro ritenuti responsabili in concorso di detenzione illegale di arma clandestina e del relativo munizionamento. Il 57enne è accusato anche di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I militari si sono recati nell’abitazione rurale dei due uomini, sita in Contrada Pruvulara Scirfi nelle campagne del biancavillese. Cavallaro ha consegnato un sacchetto di cellophane con circa 20 grammi di cocaina, e due involucri in alluminio contenenti circa un grammo di marijuana. Trovati anche due bilancini di precisione.
In un’intercapedine del soffitto c’era anche una busta con una pistola calibro 9, completa di due caricatori con 9 cartucce ciascuno. L’uomo ha accusato il proprietario dell’immobile come responsabile della pistola dicendo ai militari d’avergli messo gratuitamente a disposizione l’utilizzo dell’abitazione da circa due anni.
I due arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati portati nel carcere di Ragusa.

I carabinieri della Stazione di Aci Castello (CT), in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, hanno arrestato il 42enne catanese Gianluca Giuseppe Fazio. L’uomo, che dovrà scontare la pena residuale di 6 mesi di reclusione per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, commesso in Messina nel maggio dello scorso anno, è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.