Chi ha inventato la Pasta e fagioli? La regione di origine è incerta e la sua storia è abbastanza confusa. Questa ricetta viene contesa dal Lazio alla Campania, passando da Toscana, Piemonte e Veneto. Ogni regione ha la sua variante. Sembra, tuttavia, che la prima pasta e fagioli risalga addirittura all’epoca romana. Si dice che ne fosse ghiotto Cicerone.

L’usanza di cuocere la pasta insieme ai fagioli sarebbe dunque antichissima. Veniva preparata con le sagne, delle tagliatelle corte di acqua e farina fresche. Le sagne venivano messe a cuocere con fagioli cannellini e un soffritto di sedano, aglio, rosmarino e occasionalmente guanciale in olio d’oliva.

La pasta e fagioli, un simbolo della cucina italiana

Adesso la pasta e fagioli è diventata un simbolo della cucina italiana nel mondo. La ricetta classica prevede l’utilizzo di cannellini o borlotti abbinati a una pasta corta. Non esiste una versione assoluta. Ogni regione italiana ha le sue varianti. Nel video pubblicato qui sotto, ecco la ricetta dello chef Stefano Barbato.

Gli ingredienti per una pasta e fagioli a regola d’arte

  • 320 g di pasta corta
  • 200 g di fagioli borlotti
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 3 cucchiai di passata di pomodoro
  • 80 g di guanciale
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie di alloro
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

La ricetta per la pasta e fagioli

Si inizia preparando gli ingredienti per il soffritto: sbucciate la cipolla e pelate la carota, poi tritate entrambe le verdure insieme al sedano. Prendete un’ampia casseruola, ponetela sul fuoco e scaldate l’olio. Unite l’aglio e le verdure per il soffritto. Mescolate e fate soffriggere per 5 minuti prima di aggiungere anche l’alloro e il guanciale tagliato a listarelle (potete usare anche del lardo o del prosciutto crudo).

Dopo alcuni minuti aggiungete i legumi privi del loro liquido di cottura. Lasciate insaporire per 5 minuti poi aggiungete anche la passata di pomodoro. In alternativa potete anche usare il concentrato. Aggiustate di sale e di pepe, poi lasciate cuocere per 20/30 minuti a fuoco dolce, allungando il composto con un po’ di acqua (o se preferite con del brodo, che darà ancora più sapore). Trascorso questo tempo prelevate due cucchiai di composto di pomodoro e legumi e frullate con un mixer ad immersione.

Riunite i fagioli frullati al resto e poi aromatizzate con il rosmarino tritato. Una spolverata di pepe e un filo di olio extravergine e il piatto è pronto.