617 incidenti nel corso del 2018, di cui tre mortali, sull’asse autostradale A-18 Messina-Catania. Ieri pomeriggio si è svolta una riunione voluta dal prefetto di Messina con lo scopo di mantenere alta l’attenzione e vigilare sugli interventi necessari da attuare per mettere in sicurezza le autostrade Messina-Catania e Messina-Palermo.

Come scrive tempostretto.it, alla riunione hanno partecipato il Sindaco della Città Metropolitana De Luca, dirigenti del Dipartimento Regionale dei Trasporti e dell’ Ufficio Ispettivo di Catania per la vigilanza sulle concessionarie autostradali, il DG del Cas Salvatore Minaldi, il Responsabile del Servizio SUES 118, il Dirigente della Polizia Stradale e rappresentanti del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell’A.S.P. e della Protezione Civile.

“Non siamo qui per trovare imputati o responsabili – ha precisato il prefetto Maria Carmela Librizzi – ma per individuare responsabilmente le situazioni di maggiore criticità che presentano aspetti di più grave pericolo al fine di stabilire la priorità degli interventi da porre in essere nell’immediato, avendo contezza, nel contempo, delle risorse finanziarie a disposizione e dei tempi di realizzazione “.

L’incontro è stato utile per per approfondire la situazione e individuare le priorità per la sicurezza stradale. Di fronte alla conferma della gravità della situazione, il prefetto ha sottolineato la necessità di intervenire in maniera immediata e urgente per la messa in sicurezza degli assi autostradali.

Per saperne di più