Rimane alta l’attenzione della Questura di Messina nei confronti dello spaccio di stupefacenti e i controlli hanno riguardato alcune auto in transito nella zona Nord della città e sono stati estesi, con il supporto delle Unità Cinofile della Guardia di Finanza, all’abitazione di un uomo posto sotto la lente dalle forze dell’ordine.

Arrestato due volte in pochi giorni

A casa di un trentenne messinese già ai domiciliari perché arrestato per droga appena il giorno prima dagli uomini della Squadra Mobile, i poliziotti e i militari delle Fiamme Gialle hanno trovato un chilo circa di marijuana e lo hanno nuovamente tratto in arresto. La droga era confezionata in due involucri di plastica nascosti all’interno di un fusto/serbatoio riposto nel giardino di pertinenza dell’abitazione.

In auto con 5 chili di droga

Nell’altro caso, un cinquantatreenne, alla guida della sua auto, è stato fermato nei pressi della Rada San Francesco nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio. La verifica del vano portabagagli ha consentito di rinvenire cinque buste in plastica trasparente contenenti circa 5,5 Kg di marijuana. Come disposto dal Pubblico Ministero, l’uomo è stato portato al carcere di Gazzi.

Corriere con 10 chili di droga sorpreso agli imbarcaderi

Trasportava dieci chili di droga di due diversi tipi ed era convinto di attraversare inosservato lo stretto di Messina. I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, con l’ausilio delle unità cinofile, hanno sequestrato 5,5 chili di marijuana e 5 di hashish, traendo in arresto un responsabile.

Fuga e inseguimento ai controlli

Durante gli ordinari controlli agli imbarcaderi privati, le Fiamme Gialle del Gruppo di Messina hanno intimato l’alt ad un’autovettura appena sbarcata dalla costa calabra, che ha tentato repentinamente la fuga. Una volta raggiunta, i militari hanno rinvenuto un borsone, contenente 5 buste di marijuana e 50 panetti di hashish.

Sulla base dei ritrovamenti effettuati al controllo e l’indagato è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, per traffico di sostanze stupefacenti ed aggregato alla casa circondariale di Gazzi.