La polizia di Messina ha arrestato Salvatore Bombara, 36 anni, accusato di lesioni e furto aggravato. E’ stato anche denunciato per minacce e danneggiamento.

L’operaio di una ditta di costruzioni ha aggredito un collega con un’asta di metallo. Gli agenti chiamati da altri operai che avevano assistito all’aggressione, sono intervenuti in ospedale dove la vittima è stata trasportata per le lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

L’arrestato durante una lite nata per motivi di lavoro con il suo caposquadra lo ha colpito con un’asta utilizzata per delimitare l’area di cantiere, distruggendogli il telefono cellulare.

La vittima, nonostante i colpi ricevuti, è riuscita a rifugiarsi in un negozio chiudendosi a chiave.

L’aggressore, dopo aver colpito il suo collega, era andato via in auto portando con sé alcuni arnesi ed un bidone di gasolio di proprietà della ditta di costruzioni.