Tragedia nei giorni d’agosto. Il periodo tradizionalmente dedicato alle ferie estive resterà drammatico per la famiglia di una giovane donna morta per un malore due mesi dopo un intervento per dimagrire. Un’operazione di routine che dovrebbe comportare solo rischi residuali. Bisognerà ora accertare se, come ritiene la famiglia, il malore e la morte improvvisa siano collegati all’intervento chirurgico e alle sue complicazioni.

Morire dopo il bypass gastrico

La vittima è una giovane donna di 47 anni. Si chiamava Patrizia Giunta ed era residente a Modica nel ragusano. E’ deceduta la notte scorsa all’ospedale di Messina a seguito di complicazioni dopo un intervento chirurgico di bypass gastrico, un intervento fatto per dimagrire, eseguito in una clinica privata.

Il decesso in ospedale a Messina

Il decesso è avvenuto nel reparto di Terapia intensiva dove la donna era stata ricoverata per l’aggravarsi delle sue condizioni. Il post operatorio, però, ha presentato alcune complicazioni, con febbre alta e dolori, tant’è che è stato necessario un urgente nuovo ricovero, stavolta in ospedale.

La denuncia dei familiari

I familiari hanno sporto denuncia all’autorità giudiziaria. A stabilire cosa sia accaduto alla donna sarà ora dovrà essere l’autopsia chiesta proprio dalla famiglia che vuole si faccia piena luce su quanto accaduto.

Voleva dimagrire ad ogni costo

Patrizia voleva dimagrire e per questo aveva tentato in vari modi, senza riuscirvi. Alla fine aveva optato per una scelta drastica e si era rivolta alla chirurgia sottoponendosi a un intervento di riduzione dello stomaco per perdere peso. Intervento eseguito in una clinica privata.

Lascia due figli

Un’operazione che sembrava perfettamente riuscita ma diversi giorni dopo ha iniziato ad accusare malesseri sempre più diffusi che infine l’hanno portata al ricovero e alla morte prematura a soli 47 anni. Lascia due figli, uno di 20 e l’altro di 18 anni.

Aperta un’inchiesta dalla procura di Messina

La Procura di Messina ha aperto una inchiesta. dai primi accertamenti sembra che la paziente abbia avuto  complicazioni post operatorie ma che in cartella clinica risultano risolte in qualche giorno.  Le complicazioni sarebbero ricomparse due mesi dopo quando si è sentita male ed è stata ricoverata d’urgenza in ospedale a Messina dove è morta la notte scorsa. La famiglia ha sporto denuncia alla polizia di Ragusa che sta trasmettendo gli atti ai pm messinesi. I magistrati acquisiranno le cartelle cliniche anche dei ricoveri successivi e decideranno nelle prossime ore come procedere nell’inchiesta.