Davide Faraone, segretario siciliano del Partito Democratico, nella sua nuova vesta da video reporter, fa tappa nel Messinese e mostra l’ennesimo spreco nel sistema dei trasporti pubblici. Il treno per che parte da Messina per Giampilieri, all’ora di punta, è stranamente vuoto. Il motivo? Il treno arriva sì a destinazione ma poi non c’è nessun mezzo che conduce i passeggeri al centro abitato.

C’è, invece, un pullman che fa lo stesso, identico, percorso del treno con l’unica differenza che arriva sino al centro abitato. Un incredibile spreco per i cittadini. Eppure, come prospetta Davide Faraone, una soluzione ci sarebbe. Si chiama “Sistema di trasporto integrato”. Unire il servizio pullman e il servizio offerto dalla ferrovia per permettere ai pendolari di poter utilizzare entrambi i servizi che lavorano i sinergia. “Le risorse così sarebbero ben spese e le stazioni e i treni non sarebbero così desolati”.

“E dopo aver viaggiato in treno da Trapani a Castelvetrano su carrozze degli anni 80 e in una linea con 106 passaggi a livello, saliamo sul treno che porta da Messina a Giampilieri – afferma il segretario dem -, una sorta di metropolitana che collega la città dello Stretto alle sue borgate. Vi dimostriamo che il problema della mobilità in Sicilia non è solo questione di infrastrutture vecchie o inesistenti, ma anche di assenza di politiche per un trasporto integrato. Una miopia politica che significa per i cittadini spreco di denaro pubblico e disservizi”. Faraone ha pubblicato su Facebook il video del viaggio sul treno da Messina centrale a Milo Marina.