La Regione Lombardia ha emesso un’ordinanza che riguarda circa 50mila persone in seguito all’epidemia di coronavirus. Agli abitanti dell’area il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha chiesto la «permanenza domiciliare», in pratica gli si chiede di restare in casa. Saranno, invece, in isolamento obbligatorio tutti coloro che hanno avuto contatti diretti con i 14 contagiati riscontrati nel Lodigiano.

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha affermato: «Il Tavolo di coordinamento regionale è sempre aperto, siamo pronti a reagire a qualunque evenienza. Abbiamo assunto provvedimenti che non devono essere intesi come qualcosa che possa spaventare ma come qualcosa che può bloccare l’epidemia».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il medico del 38enne contagiato ha la polmonite.

I comuni coinvolti: Codogno con 15907 abitanti; Casalpusterlengo con 15293;  Castiglione d’Adda (4646), Maleo, Fombio, Bertonico, Castelgerundo, Somaglia e San Fiorano. Il Comune più piccolo è Terranova dei Passerini, con circa 900 abitanti.

Il Ministero della Difesa ha anche individuato le strutture in Emilia Romagna e Lombardia che ospiteranno, così come già accaduto al centro militare della Cecchignola, circa 200 persone che andranno in quarantena. Si tratta di strutture alloggiative dell’esercito e dell’aeronautica. Una con oltre 130 posti a Piacenza, l’altra con 50 – 60 posti a Milano.

LEGGI ANCHE: Il virologo Burioni: “Come si ferma l’epidemia del coronavirus in Italia”.