Altra notizia sulla pizza e il coronavirus ma stavolta è buona e non la ‘porcata’ del video francese con il pizzaiolo italiano infettato.

Sì, perché a un giovane campano che vive a Milano è venuta un’idea per ringraziare concretamente i medici e infermieri che da giorni stanno lottando senza tregua per curare i contagiati e per contenere la diffusione del coronavirus: pizza gratis.

Il suo nome è Nanni Arbellini, titolare di alcuni locali nel capoluogo lombardo e su Facebook ha scritto: «Leggevo di tanti infermieri che non stanno neanche mangiando. Alle 14 in via Procaccini 30 prepareremo le pizze da portare agli ospedali coinvolti. Non cerco complimenti, solo volontari per portare le pizze, individuazione degli ospedali coinvolti e persone dell’ospedale a cui consegnare le pizze».

Il suo appello ha funzionato visto che, come riportato su TgCom24, ha avuto un buon riscontro e ha potuto così consegnare circa 150 pizze a infermieri e medici.

Sempre sul social media il pizzaiolo ha scritto: «Chiedo aiuto per la distribuzione, volontari raggiungetemi in via Procaccini. Dobbiamo essere forti come questo sole che splende oggi», scrivendo anche «Forza Milano» e usando l’hashtag «#NoStop».

Arbellini, sempre su Facebook, ha raccontato di essere stato colpito da un post di Maria Rita Gismondo, virologa dell’ospedale Sacco che aveva raccontato di avere mangiato soltanto una pizza e portata alle due di notte da uno specializzando.

Intervistato da Repubblica, il pizzaiolo ha affermato: «Mi sono appoggiato soprattutto ai familiari di medici e infermieri, che sono passati a ritirare il cibo pronto e l’hanno poi consegnato. Non vado a caccia di complimenti, ho semplicemente voluto dare il mio contributo in un momento difficile per tutti».