Walter Ricciardi, virologo e consulente del governo, nonché membro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, intervistato da La Stampa, ha affermato che l’emergenza coronavirus «durerà tutto l’anno, ma speriamo in un colpo di fortuna o, meglio, della scienza».

Poi, a proposito della fase due, l’esperto ha detto: «Ci vuole prudenza», sottolineando che «per quanto riguarda me e gli altri scienziati consulenti del governo occorre più tempo. Ricordiamo che Wuhan ha riaperto dopo tre mesi. Serve la discesa dei positivi, non il rallentamento dell’aumento».

Ricciardi ha, comunque, ricordato che successivamente serviranno «distanziamento fisico e lavaggio delle mani fino a che non si troverà una terapia o un vaccino. Al ristorante sì, ma larghi».

Sulle mascherine, l’esperto ha detto: «L’evidenza scientifica è che quella chirurgica serve solo a chi la porta. Il governo lo spiegherà meglio, ma non la renderà obbligatorie perché andrebbe contro la scienza».

«In molti comuni – ha proseguito il membro dell’OMS –  dove non ci sono casi è inutile, mentre dove il virus circola come in Lombardia non fa male, soprattutto nei luoghi chiusi». «Per riaprire – ha concluso Ricciardi – il consiglio mio e degli altri scienziati è che prima diminuisca il contagio e si faccia un test ai sospetti postivi per la patente di immunità».