Ieri sera, domenica 29 marzo, durante lo speciale coronavirus di Live – Non è la D’Urso, Barbara D’Urso e Matteo Salvini (in collegamento da casa sua) hanno recitato l’Eterno Riposo per le vittime dell’epidemia.

«Io lo posso recitare perché tanto tutte le sere io faccio il rosario, non me ne vergogno, anzi sono orgogliosa di dirlo. L’eterno riposo, dona loro, o Signore, e splenda ad essi la Luce perpetua. Riposino in pace. Amen», ha detto la conduttrice, seguita a ruota poi dal leader della Lega.

Sui social media in molti si sono scatenati contro la coppia, a partire dalla giornalista Selvaggia Lucarelli: «E con questi due che recitano insieme l’Eterno riposo in tv, abbiamo visto tutto. Chiedo scusa ai morti». E Claudio Carrara di Brescia, sempre su Twitter, ha affermato: «Mio padre è morto in ospedale a Bg il 10/3… da solo, come ahimè tutti i positivi #Covid_19. questo squallido teatrino è un insulto alla sua memoria! Con che coraggio! Barbara D’Urso e Matteo Salvini dovreste vergognarvi! Non ci sono parole allo schifo!».

Insomma, l’accusa mossa sia alla D’Urso che a Salvini è di ipocrisia, strumentalizzazione e populismo.

Ad esempio, Jasmine Cristallo, referente in Calabria delle Sardine, ha scritto su Facebook: «Quando ‘pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu, invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto”. Dal Vangelo secondo Matteo, capitolo 6. Niente altro da aggiungere’».

E Nicola Oddatti, della segreteria del Partito Democratico, ha affermato: «Ieri sera, su Canale5, è avvenuto un fatto che come comunità democratica ci ha molto scossi. Il leader dell’opposizione, assieme alla conduttrice Barbara D’URSO, si è messo a pregare ed a recitare l’eterno riposo davanti alle telecamere. In estrema sincerità, ci ha molto turbato veder eseguito un gesto così, così intimo e riservato, di fronte a telecamere, pubblico, luci da sala e poltrone da set televisivo. Molto».

Per la D’Urso, comunque, ieri sera oltre 3,7 milioni di telespettatori.