• Una madre di 33 anni è morta in Kazakistan.
  • È saltata con il bungee jumping da un altezza di 25 metri.
  • La corda di sostegno non ha retto.

Tragedia in Kazakistan. Una donna di 33 anni, madre di tre figli, è morta dopo essere saltata con il bungee jumping. Come riportato sul DailyMail, c’è anche un filmato che mostra la 33enne Yevgenia Leontyeva che, con calma, cammina verso il bordo del tetto di un hotel, a Karaganda.

Yevgenia Leontyeva

La donna ha fatto un volo di 25 metri che le ha causato lesioni multiple: la corda di supporto non era stata fissata adeguatamente su un albero. Yevgenia, descritta come «amante dell’avventura» e «saltatrice esperta», è stata portata d’urgenza in ospedale dove è stata operata per le gravi ferite alla testa ma è morta poco dopo.

Nel video si nota un uomo che fissa le cinghie dell’imbracatura e un altro che, fuori dalla telecamera, dice: «Ti amo». C’è stato anche un conto alla rovescia prima del salto. Si sente poi urlare una donna, un’amica, dopo l’epilogo drammatico del salto. Yevgenia Leontyeva si è schiantata sul terreno sottostante ed è stata trascinata per 4 metri prima di sbattere contro un muro.

Testimoni hanno raccontato che il salto era stato autorizzato dopo che un organizzatore ha fissato la corda di sostegno su un albero ma qualcosa non ha funzionato come doveva. Indagini sono in corso. La donna era la madre di tre ragazzi sotto i 14 anni, due suoi e il figlio di un familiare scomparso.