Il panico per la paventata diffusione del coronavirus sta causando la penuria di beni di prima necessità per l’accaparramento che ne fa la gente, in modo da creare scorte e uscire il meno possibile da casa e non correre il rischio di un contagio.

Si arriva a casi estremi, come quello di Hong Kong, dove una banda armata ha portato a segno una maxirapina di…carta igienica. La polizia ha riferito che un camionista è stato bloccato lunedì da tre uomini armati di coltello fuori da un supermercato a Mong Kok, un distretto popolare della ex colonia britannica, e hanno rubato centinaia di rotoli carta igienica per un valore di oltre 1.000 dollari di Hong Kong. Il bottino è stato poi recuperato e i tre ladri arrestati. Un video mostra gli agenti che repertano la refurtiva.

La carta igienica è diventata un bene quasi raro a causa delle voci incontrollate sull’impossibilità di rinnovare gli approvvigionamenti a causa del diffondersi del coronavirus. Le autorità hanno provato a smentire le voci, garantendo che gli arrivi delle merci sono normali, ma la paura sta prendendo il sopravvento.

Così, la gente si affretta verso i supermercati, svuotando gli scaffali di beni come riso, pasta, disinfettante per le mani. La precedente epidemia di Sars, nel 2003, ha causato 299 morti a Hong Kong.