In arrivo il bonus per le aziende che assumono i beneficiari del reddito di cittadinanza. Dal 15 novembre l’Inps renderà disponibili i moduli di richiesta dell’agevolazione che consente alle imprese che assumono i percettori del reddito di cittadinanza di ricevere un incentivo.

Si tratta di un incentivo che permetterà dunque alle aziende che punteranno sui beneficiari del reddito, di ottenere uno sgravio fiscale con dei criteri fissati già nella scorsa legge di bilancio.

La durata dello sgravio, che avrà un tetto massimo di 780 euro, sarà calcolato sui 18 mesi totali di validità del reddito, a cui vanno sottratti i mesi di cui il beneficiario ha già goduto. Quindi se un lavoratore viene assunto al decimo mese di rdc, l’azienda che l’assume avrà diritto a 8 mesi di agevolazione fiscale che, comunque, non può essere inferiore a 5 mesi.

Il datore di lavoro per accedere all’incentivo dovrà inviare una richiesta telematica in cui specifica anche durata e importo. L’Inps verificherà che il datore di lavoro abbia preventivamente comunicato la disponibilità dei posti vacanti all’Agenzia per le politiche attive per il lavoro, e infine calcolerà l’ammontare del bonus spettante al datore di lavoro.

L’entità dello sgravio sarà misurata sulla base di una prestazione lavorativa a tempo pieno e, in caso di trasformazione a tempo determinato, il bonus verrebbe decurtato. Inoltre, se il lavoratore proviene da un percorso formativo coincidente col settore in cui si trova a lavorare, l’azienda deve ‘dividere’ il bonus con l’ente che ha formato il lavoratore.