Nel cuore delle Madonie andrà in scena la terza edizione di Musaic-On, il festival indie-pop-folk che porta in Sicilia i nuovi talenti della musica d’autore italiana nello splendido scenario del chiostro di San Francesco di Castelbuono.

Si comincia mercoledì 21 agosto con uno degli artisti emergenti più interessanti dell’anno: Scarda, al secolo Domenico Scardamaglio, cantautore di origini calabresi che sta scalando le classifiche col nuovo album “Tormentone” e il nuovo singolo “Distrutto”, prodotti dall’etichetta Bianca Dischi. Il suo primo lavoro datato 2012 è stata la scrittura della colonna sonora del film “Smetto quando voglio” (diretto da Sydney Sibillia) per il quale ha ricevuto la nomination al Davide di Donatello 2014 come migliore canzone originale. Due gli album all’attivo: “I piedi sul cruscotto” (2014) e “Tormentone” (ottobre 2018).

 

Mercoledì 21 agosto, appena prima di Scarda, salirà sul palco di Musaic-on anche Lorenzo Kruger, front-man dei Nobraino che presenterà una selezione dei migliori successi della band nata a Riccione nel 1996, rivisitati in una versione più intima. Uno show davvero da non perdere, già andato sold-out nei precedenti appuntamenti in giro per l’Italia.
A scaldare il pubblico del Chiostro saliranno per primi i Crimaler, giovane band castelbuonese composta da Erica Guarcello, Marco Ippolito, Christian Sottile e Alberto Città, reduce dalla finale al concorso Rock10elode.

 

Giovedì 22 agosto aprirà il secondo e ultimo giorno di concerti Margherito, cantante siciliano trapiantato a Milano. La sua musica è un misto di pop, dance e punk. A Castelbuono presenterà una versione acustica del suo primo album “Elettronichina” che racconta, con ironia, episodi della vita quotidiana.

 

Seguirà l’inconfondibile voce della cantautrice palermitana Giulia Mei, che ha pubblicato proprio quest’anno il suo primo album “Diventeremo adulti”. Il 2019 è stato per lei l’anno della consacrazione anche grazie al successo ottenuto al Premi Tenco, dove si è piazzata tra i primi 5 finalisti.

 

Quindi l’attesissimo concerto di Gio Evan, il più noto ed amato poeta e scrittore della “generazione Z”, quella nata fra il 1995 ed i primi anni del 2000. Gio Evan è un vero e proprio fenomeno social, la sua pagina istagram conta più di 500 mila, 230 mila i like su facebook. Dopo le parole Gio Evan “sposa” anche la musica, mostrando uno straordinario talento anche come cantautore. Sul palco l’artista di origini pugliesi sarà accompagnato da una “super band” composta dai membri degli Anudo e degli Elephantides e porterà ancora una volta le sue doti di musicista, autore ed interprete unico, presentando per la prima volta in Sicilia il nuovo singolo Amazzonia, pezzo forte della tour “Tornate Sovraumani”.

A chiudere il festival, dopo il concerto di Gio Evan, saranno invece i Two Man Club: duo composto dal producer Marco Flashbax e dal dj Alex Micca che aggiungeranno un po’ di “sale” alle atmosfere del festival con una iniezione di musica techno alternata da atmosfere ambient con uso di campionatori, sinth e drum machine.