“Di fronte a questi comportamenti c’è molto poco da dire (in attesa che finalmente lo Stato si decida ad inasprire le pene..!). L’Azienda palermitana si è dotata di una sorveglianza con guardie giurate h24, ma il delinquente si è infilato con tre donne dove non sarebbe mai dovuto entrare”.

Lo scrive su facebook l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza a proposito dell’aggressione subita da un medico e una assistente all’ospedale Villa Sofia.

“Ho chiesto di ricostruire le modalità con cui è riuscito a fare accesso al piano – aggiunge – e cercherò di capirne di più. Anche accertando se ci sia stata una sottovalutazione da parte dell’agente di controllo. Ma la reazione più sincera che mi viene in mente è prendere il suo grazioso congiunto, che poi è entrato regolarmente nella risonanza e addebitargli tutti i danni fatti dalla bestia che si è portata d’appresso”.